Archivi per la categoria ‘Consigli utili’

Una maschera illuminante per tutti i tipi di pelle

martedì, 22 gennaio 2013

curcumaLa curcuma è una spezia di colore giallo brillante utilizzato molto in India, Sud-Est asiatico e medioriente, ma quello che molti occidentali non sanno è che se combinato con olio di oliva, yogurt o latte è anche una maschera illuminante. Le donne indiane la usano come sbiancante della pelle ed è pratica comune per le spose (e a quanto pare anche dei loro sposi) spalmare una pasta di curcuma in polvere e olio di girasole sulla loro pelle per illuminare la carnagione per il giorno del “si”.

Tuttavia, benchè questa maschera sia perfetta per la pelle scura, bisogna essere cauti nell’utilizzo su pelli chiare perchè potrebbe macchiarla. La colorazione va via dopo un paio d’ore, è quindi consigliabile, per chi ha carnagione chiara, fare una prova la sera prima di andare a letto.

10 fantastiche idee per unghie da sposa

mercoledì, 12 settembre 2012


Nel giorno del matrimonio la sposa è sempre al centro dell’attenzione. Lo scambio degli anelli,  il brindisi, il taglio della torta…sono tutti momenti in cui invitati e  fotografi si concentreranno particolarmente sulle sue mani.

Per questo è importante che siano sempre impeccabili. Proprio per questo vorrei condividere alcune  fantastiche idee di nail art da poter indossare nel magnifico giorno del “Si”.   Ci sono un’infinità di idee di nail art per il giorno delle nozze tra cui scegliere, per cui ho deciso di condividere quelle che più mi sono piaciute tra quelle pubblicate nella gallery di E-nail.it

 

 

Foto 1 – Sobrie ed eleganti, una semplice forma square con french bianca. E’ la soluzione ideale per spose che non vogliono unghie troppo particolari.

Foto e creazione di Natalia K. (Bimbochka08)

Foto 2 – Romanticissime, un classico pink & white con un fiorellino stilizzato fatto a smalto o in gel bianco. Altra ottima soluzione per spose che vogliono mantenere un tono semplice e raffinato pur inserendo una delicatissima decorazione su una o più unghie.

Foto e creazione di Annina1982

Foto 3 – Ricostruzione in Acrilico con forma “pipe”.  Per la sposa aggressiva ma pur sempre raffinata.

Foto e creazione di Natalia K. (Bimbochka08)

Foto 4 – Anche in questo caso una ricostruzione in acrilico abbastanza lunga ma più delicata della precedente. In più un romanticissimo fiorellino bianco sempre in acrilico.

Foto e creazione di Rubrarosa

Foto 5 – Preferendo per la french una tonalità argentata piuttosto del classico bianco, si hanno unghie con un effetto molto più…sorprendente!  Ma bisogna stare molto attenti che non stoni con il vestito…. 😉

Foto e creazione di Stefania Ranetta

Foto 6 – una buona idea per non scostarsi molto dal classico pur non andando sul troppo originale è quello della french trasversale.  Nella creazione di Mary84 sono degne di nota anche le decorazioni con le microperle e il brillantino di Svarowsky.

Foto e creazione di Mary84

Foto 7 – Particolare, in questo caso, che la ricostruzione è stata lasciata opaca facendo così contrasto tra l’effetto mat della base e la lucentezza delle decorazioni, sia che si tratti di applicazioni che di disegni fatti a mano. Adatto alla sposa spiritosa che non ha paura di esagerare un pò.

Foto e creazione di Anela Galic

Foto 8 – molto simile alla foto 4 ma questa volta con una forma square. Delizioso lo Svarowsky al centro del fiorellino in acrilico.  Inoltre il fiore applicato sull’anulare verrà messo in risalto nelle foto al momento dello scambio degli anelli.

Foto e creazione di Saxy

Foto 9 – Per la sposa che ama osare. Uno stiletto in acrilico  con decorazione fatta a mano che riprende il pizzo del vestito.

Foto e creazione di Natalia K. (Bimbochka08)

Foto 10 – Dolcissimo e romantico lo stiletto di Oksana, decorato con uno splendido bocciolo di rosa in micropittura. Sarebbe bellissimo anche un fiore che riprendesse quelli presenti nel bouquet.

Foto e creazione di Oksana Bilous

 

 

 

 

 

Smalti neon: istruzioni per l’uso

martedì, 5 giugno 2012

La moda degli smalti al neon ha avuto il suo culmine con i favolosi anni ’80. Assieme a spalline, ombretti psichedelici anche le unghie si sono dovute adeguare 😉

Ora la moda di oggi sembra strizzargli l’occhio, non è infatti inconsueto vedere unghie neon sia alla fermata del bus che nei locali alla moda. Attenzione però! Se non si sà come “indossarle” si rischia di passare da un effetto “revival” ad un effetto “fuori moda”.

Per questo motivo, se siete delle fans delle unghie neon, eccovi alcuni consigli per conciliare l’effetto dello smalto neon alla moda di oggi per avere un effetto favoloso:

1. Tenere le unghie corte
Un colore neon, è indubbio, attira l’attenzione. Proprio per questo motivo delle unghie troppo lunghe possono avere un effetto spaventoso sul look delle vostre mani. Attenzione quindi a non spaventare nessuno mettendo uno smalto troppo vistoso su unghie lunghissime. Semaforo verde quindi a unghie corte, meglio se a mandorla.

2. Mantenere un look semplice
Anche le unghie devono essere considerate nell’insieme del vostro look. Nell’ambito del make-up una delle regole d’oro è “se caricate troppo gli occhi lasciate le labbra semplici”. Per questo motivo se “caricate” troppo le mani vi consigliamo di mantenere semplice il vostro look partendo da un vestito neutro e un trucco miminalista. In questo modo le unghie non potranno che risaltare e “risplendere”.

3. Assicurarsi di avere un perfetta manicure
Come già detto prima il neon attira l’attenzione. Per questo motivo avere una perfetta manicure è un must che dovete rispettare. Unghie e cuticole sane sono il minimo sindacale per uno smalto neon. Altra fattore fondamentale è lo smalto, non c’è infatti nulla di più brutto di unghie con smalto neon “sbeccato”. Per questo motivo portate sempre con voi la bottiglietta dello smalto per dare un ritocco leggero se necessario.

4. Andare per gradi
Se non siete sicuri che i colori neon facciano al caso vostro, andate per gradi magari scegliendo delle tonalità un po’ più “morbide”. Per fortuna oggi sul mercato c’è una vasta scelta di alternative, non vi rimane quindi che scegliere la tonalità più adatta alla vostra carnagione.

5. Provate solo con la french
Se un’unghia completamente laccata al neon non fà per voi provate la tendenza del momento. Un french con smalto neon, magari con una forma a “freccia”, scegliendo il colore neon che più vi piace su una base neutra. In questo modo potete fare delle prove prima di decidere.

5 passi per una abbronzatura perfetta

giovedì, 10 maggio 2012

Forse non tutti sanno che l’abbronzatura non sempre è stata popolare. Nei tempi passati infatti l’abbronzatura era considerata una caratteristica dei ceti bassi ossia tutti coloro che erano costretti a stare ore sotto al sole per coltivare la terra. La carnagione bianca invece, era una caratteristica dei ceti elevati che non avendo bisogno di larorare potevano, anche durante le giornate calde e afose, riposarsi all’interno delle loro lussuose case. Fu solamente attorno agli anni 20 che Coco Chanel ha portato la pelle baciata dal sole di moda. Da quel momento l’abbronzatura ha acquistato la sua aura trendy senza più lasciarla. Ma avere una bella abbronzatura non ci deve far trascurare la nostra salute. Per questo motivo è “obbligatorio” imparare ad ottenere una abbronzatura perfetta e che duri a lungo senza comprometterne la salute.

Oggi ci sono molti modi per ottenere un’abbronzatura anche senza sole, ma siccome il sole è ancora “gratis” vediamo come poter, in tempo di crisi, abbronzarsi al meglio.

Step 1:
Prima di tutto bisogna preparare la pelle. Cominciate con un bagno di vapore per il viso ed un esfolliante per il corpo per rimuovere le cellule morte della pelle. Rimuovendole si prepara la pelle ad una abbronzatura uniforme.

Step 2:
L’intensità della vostra abbronzatura dipende interamente dai livelli di beta-carotene presenti nel corpo. Il beta-carotene infatti promuove la produzione di melanina e vi assicura una marcia in più verso la strada per una abbronzatura galattica. Quindi via libera ad alimenti che contengono questo pigmento come carote (ottimo un succo di carota), prezzemolo, rucola, pomodori (meglio se molto maturi), mango, spinaci, peperoni rossi, albicocca, papaia e melone.

Step 3:
Questo è forse il passo più importate di tutti ovvero quello di determinare il fototipo della vostra pelle. Questa tabella riportata sotto vi aiuterà a scoprire facilmente a quale fototipo appartenete. Più è alto il fototipo e maggiore è la capacità della vostra pelle di difendersi dall’aggressività del sole. Sapere il vostro fototipo vi aiuterà a sapere quante ore di esposizione la vostra pelle può sopportare. Ricordiamo a tutte voi che le fasce orarie migliore per prendere il sole è la mattina (fino alle 11 circa) ed il pomeriggio (dopo le 16).

Step 4:
Saputo il vostro fototipo potete adesso orientare l’acquisto dei vostri prodotti solari identificando solo quello che fa per voi. In questo modo potete risparmiare sapendo di avere comunque scelto il prodotto adatto a voi.

Step 5:
L’ultimo step è come, una volta ottenuta la vostra stupenda abbronzatura, mentenerla il può a lungo possibile. Anche qui i consigli sono molteplici: continuate a mangiare alimenti ricchi di beta-carotene e antiossidanti come frutta e verdura. Evitate il bagno a vantaggio della doccia, durante il bagno (specie se molto caldo) la pelle tende a desquamarsi assieme alla vostra sudata abbronzatura. Ricordatevi poi di idratare spesso la pelle con oli o prodotti specifici e di bere molto durante tutta la giornata. Sempre per il discorso di idritazione evitate di bere alcolici o di mettere profumi a base alcolica che favoriscono la disidratazione.

Come far asciugare rapidamente lo smalto

martedì, 27 marzo 2012

Non c’è niente di più noioso che aspettare che il vostro smalto asciughi. Su questa frase molte di noi, se non tutte, saranno d’accordo. Per questo motivo abbiamo voluto svelare alcuni modi per rendere più veloce l’asciugatura del vostro smalto per unghie. Continuando a leggere potrete infatti scoprire come l’acqua fredda o l’olio da cucina si possa rivelare un prezioso alleato in questo senso.

Primo metodo: Acqua Fredda
Il punto della questione è questo: il freddo facilita l’indurimento dello smalto per unghie. Proprio per questo motivo appena avete applicato lo smalto aspettate alcuni secondi e immergete poi le unghie in una vaschetta di acqua fredda (meglio se con un cubetto di ghiaccio). Il risultato? Lo smalto asciugherà molto più velocemente e la superficie dello smalto sulle vostre unghie sarà sicuramente molto più uniforme.

Secondo medoto: il Nail Dryer o Phon
Chiunque di voi avrà sicuramente visto in molti negozi o bancarelle questi asciuga-smalti. Sicuramente questo accessorio aiuterà l’asciugatura dello smalto anche se molti di questi, viste le piccole dimensioni, non sono molto potenti. Proprio per questo motivo se volete velocizzare la questione ma non volete comperare un altro accessorio, potete rivolgere la vostra attenzione sul vostro phon casalingo. Attenzione però! Il phon deve essere di quelli professionali (di quelli per intenderci che hanno la funzione “a freddo”) altrimenti si rischia non solo di allungare i tempi ma di formare delle irregolarità sulla superficie dello smalto.

Terzo metodo: Olio di semi
Ebben anche l’olio di semi aiuta a ridurre i tempi di asciugatura del vostro smalto. Per usarlo basta usare uno spruzza olio (in commercio ce ne sono di molti tipi). Spruzzate l’olio da cucina sulle unghie appena laccate e lasciate asciugare per qualche minuto (se volete accellerare ulteriormente i tempi anche qui potete utilizzare la vaschetta d’acqua fredda). Vedrete il risultato!

Ultimo consiglio:
Per velocizzare l’asciugatura dello smalto, ma anche per avere un risultato migliore, conviene stendere dapprima un sottile strato di smalto. Lo strato infatti, essendo sottile, asciugherà molto più in fretta. Solamente dopo potrete passare un secondo strato per uniformare lo smalto e migliorarne l’aspetto.

Come scegliere la forma delle unghie

mercoledì, 29 febbraio 2012

La forma delle proprie unghie è importante quanto un buona nail-art o manicure. Di sicure alcune forme sono molto più pratiche rispetto ad altre ma anche l’estetica vuole la sua parte. Prima di lanciarvi nella scelta della forma delle vostre unghie è bene studiare la conformazione delle vostre dita e mani in generale. Prestate attenzione al letto ungueale ed alla forma della lunetta dell’unghia. Basandovi su questi parametri potrete quindi scegliere la forma perfetta per le vostre unghie. Andiamo quindi a studiarle più da vicino:

Ovale (Mandorla): Sicuramente la più classica e sempre amata, la forma ovale è l’ideale per chi ha dita non molto lunghe (aiuta infatti a slanciare la forma dell’unghia) con unghie molto larghe. Rispetto alle unghie Rotonde o Quadrate sono però le più fragili e facili da spezzare.

Rotonda: Usata più per la praticità che per un senso estetico vero e proprio, questa forma è usata per evitare la rottura dell’unghia in seguito a colpi o traumi.

Quadrata: Si usa, al contrario delle forma Ovale, quando si hanno dita molto lunghe. La forma quadrata infatti evita che le unghie possano slanciare ulteriormente le dita. Il vantaggio di queste unghie è che sono le più robuste in caso di traumi, evitando così che l’unghia si spezzi.

A punta (Stiletto): Tornato di moda grazie a molte creazioni di Nail-Art e favorito da molte marche di ricostruzione (es: Queen Nail), la forma a stiletto punta tutto sull’effetto molto aggressivo. Contrariamente a quanto si pensa non sono eccessivamente fragili ma sono sicuramente poco pratiche da “portare”. Hanno però l’indubbio vantaggio di slanciare le dita, ma attenzione! Se le vostre unghie sono troppo larghe evitate di usare questa forma che potrebbe fare effetto “piramide” o forzare una lunghezza eccessiva dell’unghia.

Squadrata-ovale: In pratica una forma quadrata a cui si limano leggermente gli spigoli per ammorbidire la forma e renderla meno dura. Questa forma unisce i vantaggi delle unghie ovali e di quelle quadrate. E’ adatta a qualsiasi forma dell’unghia o lunghezza delle dita ed è una delle più versatili.

Questo breve riassunto ha lo scopo di chiarire le idee sul tipo forma dell’unghia che è meglio portare. Chi ha unghie deboli o fa lavori manuali che aumentano il pericolo di traumi, dovrebbe adottare delle forme che consentano all’unghia di far fronte alle molteplici esigenze: Quadrata o Rotonda optando quindi per linee rettilinee che rafforzano la struttura dell’unghia stessa. Ricordatevi comunque che se le vostre unghie fossero troppo fragili la risposta potrebbe essere anche in una cattiva alimentazione.

La dieta ideale per la salute delle unghie

venerdì, 17 febbraio 2012

La salute delle tue unghie non può risolversi con un viaggio al centro di ricostruzione unghie. Impegnarsi in una dieta più sana e migliorare le proprie abitudini alimentari può senz’altro contribuire a dare un nuovo “smalto” alle tue unghie. Con un po’ di tempo, disciplina e dedizione, si potranno avere unghie sane e forti.

Il Cibo ideale per delle unghie sane
Mantenere delle unghie sane ha un doppio beneficio. Oltre ad avere delle bellissime unghie infatti potrete sapere che il vostro fisico ha tutti i nutrienti che servono al suo benessere. Le unghie infatti sono i primi indicatori di diete errate o disordini alimentari anche gravi. Per questo motivo prendendovi cura di loro dimostrerete non solo attenzione all’estetica ma anche una maggiore cura per la vostra salute. La vostra dieta dovrà essere varia e completa cominciato da frutta e verdura per passare a pesce ed uova sforzandosi quindi di mangiare tutti quei cibi “amici delle unghie”.

Vitamine B
La mancanza delle vitamine del gruppo B ed in particolare della biotina e della vitamina B12 può portare a una secchezza delle unghie. Oltre a questo l’unghia può diventare più scura. Per questo motivo consigliamo di mangiare prodotti ricchi di biotina come carote, pomodori, lattuga a foglia verde, fegato, burro di arachidi, noci, piselli farina d’avena e fagioli.
La vitamina B12 si trova invece nella carne, uova e prodotti lettiero-caseari come latte, formaggio e yogurt.

Zinco e ferro
Avete mai notato quelle aree bianche sulle unghie che si verificano dopo aver urtato l’unghia? Quello può essere causato dalla carenza di zinco. Come rimediare? Mangiando semi di zucca, manzo, maiale, agnello, uova e latticini che sono delle ottime fonti di zinco. In questo modo le vostre unghie avranno un colore omogeneo.
Avete invece sempre desiderato delle unghie con una superficie liscia e senza quelle antiestetiche creste? Allora il vostro corpo ha bisogno di più ferro, il che si traduce nell’assunzione di verdure a foglia verde, cereali, prugne, semi, broccoli, tofu e carni rosse in generale.

Calcio e proteine
La mancanza di calcio si traduce, nel caso delle unghie, in fragilità. Per scongiurare questo rischio via libera allora a latte, yogurt, formaggio e cavolo, ottimi fonti di calcio.
Anche una corretta assunzione di proteine è fondamentale in quanto, ricordiamo, le unghie sono costituite da cheratina che è appunto un tipo di proteina che il corpo produce. Per le proteine necessarie possiamo rivolgere la nostra forchetta a fagioli, legumi, carne, uova e soia.

Vitamina A e Vitamina C
La vitamina A, che si trova in bietole, cavoli, carote, zucche, patate dolci e fegato, può impedire alle nostre unghie di avere una crescita ed elasticità ridotta. Una mancanza di vitamina C invece, può indebolire notevolmente la struttura dell’unghia. Peperoni, cavolfiori, arance, angurie, mango, pomodori, fragole, kiwi, melone e pompelmi sono tutte ottime fonti di vitamina C.

Ultimo consiglio ma non per importanza è associare ad una dieta corretta anche la giusta idratazione sempre indispensabile per avere delle unghie al top!